SEI IN > VIVERE PERUGIA > ATTUALITA'
articolo

Progetto Lost 2: strumento di cooperazione e formazione europea per la figura di “esperto nella ricerca delle persone scomparse”

3' di lettura
260

Il progetto “LOST 2”  ha l’obiettivo di contrastare il crescente problema delle persone scomparse a livello europeo, in particolare dei giovani.

Dopo il meeting transnazionale, che si è tenuto a Lisbona (Portogallo) il 15 e 16 settembre scorsi, a partire da oggi, fino al 6 dicembre 2023, a Perugia, presso la Sala della Biblioteca del Palazzo della Provincia di Perugia, è in corso la formazione congiunta del personale del progetto “LOST 2: Definition of competences at European level for the recognition of the Qualification”, del quale è capofila l’Agenzia Regionale Arlab della Regione Basilicata e che coinvolge partners di Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Belgio e Norvegia. Ad oggi risultano scomparsi circa 200.000 bambini, di cui solamente il 33% viene ritrovato. Per questo motivo è necessario sviluppare un sistema europeo unificato per la ricerca e il ritrovamento di persone e minori scomparsi attraverso la creazione del profilo professionale di “Esperto nella ricerca di persone e minori scomparsi” che rappresenterà un livello standardizzato di formazione riconosciuto in tutti i paesi dell’UE. Gli esperti del SIUL Umbria lavoreranno insieme ad altri esperti europei di associazioni che si occupano della scomparsa di minori e ai professionisti della formazione dando il proprio contributo alla progettazione di un piano formativo standardizzato a livello europeo, che verrà sviluppato nei contenuti per poi essere sperimentato tramite un’azione formativa pilota rivolta alle forze dell’ordine, agli avvocati , ai soggetti privati e alle associazioni di volontariato che si occupano della ricerca di persone scomparse e in generale a tutti i professionisti e gli stakeholders del settore.

“ Apprezzabile il contributo di SIULP - afferma Massimo Pici , Segretario Provinciale - che, grazie all’esperienza dei nostri iscritti , darà un forte contributo all’elaborazione delle Unità di Competenze necessarie per creare la qualifica di 'Esperto nella Ricerca di Persone e Bambini Scomparsi ”. Sei Unità che aggregano 15 attività e quindi 15 competenze che saranno alla base della scrittura dei moduli formativi per la qualifica professionale. Con questo progetto il SIULP continua a portare la propria esperienza in Europa e a confrontarsi con i partners che rappresentano l’eccellenza nei rispettivi Paesi. Inoltre, per quanto riguarda l’Italia, la nascita di questo nuovo profilo professionale rappresenterà un’opportunità lavorativa nuova e darà un forte contributo al lavoro delle figure preposte e al supporto delle famiglie in caso di scomparsa del proprio familiare.

Tra le autorità intervenute a questa prima giornata di formazione, il Questore Fausto Lamparelli che, nel suo saluto, ha rivolto particolare apprezzamento a questo nuovo profilo professionale che darà un forte contributo al lavoro delle figure preposte; e l’assessore Leonardo Varasano che ha omaggiato tutti i presenti con un libro sulla città di Perugia. Nella giornata di domani ( 6 dicembre) e’ previsto l’intervento della Presidente della Provincia di Perugia, Stefania Proietti, e del Prefetto Armando Gradone. Gli incontri si terranno dalla mattina alle ore 9:00 fino al pomeriggio alle ore 18:00.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite WhatsApp, Facebook Twitter e Telegram di Vivere Perugia .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waViverePerugia oppure aggiungere il numero 388 1523781 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Telegram cerca il canale @vivereperugia o Clicca QUI.
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Twitter Clicca QUI per seguire il profilo.





Questo è un articolo pubblicato il 04-12-2023 alle 18:48 sul giornale del 05 dicembre 2023 - 260 letture






qrcode