SEI IN > VIVERE PERUGIA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Aspettando Perugino, il Rinascimento a Perugia. Nasce il biglietto unico per 5 musei

4' di lettura
117

Lunedì, 11 aprile, nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sala del Dottorato del chiostro della Cattedrale di San Lorenzo, è stata presentata l’iniziativa “Aspettando Perugino. Il rinascimento a Perugia”.

Presenti all’incontro Leonardo Varasano, assessore alla cultura del Comune di Perugia, Mons. Marco Salvi vescovo ausiliario della Diocesi di Perugia - Città della Pieve, Giuseppe Severini rettore del collegio della Mercanzia, Vincenzo Ansidei di Catrano rettore del collegio del Cambio e Luca Galletti presidente della fondazione CariPerugia Arte. “Aspettando Perugino. Il Rinascimento a Perugia” è un biglietto unico che al costo di 13 euro permette l’ingresso all’interno di cinque musei cittadini nei quali sono conservate opere di Pietro Vannucci detto il Perugino e di altri grandi artisti del Rinascimento. L’iniziativa coinvolge, nello specifico, la cappella di San Severo (con l’affresco di Raffaello e Perugino), il museo del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo, il nobile Collegio della Mercanzia, il nobile Collegio del Cambio, il museo di palazzo Baldeschi al Corso.

“Si tratta di uno strumento prezioso, ha spiegato l’assessore Leonardo Varasano, frutto di una virtuosa collaborazione tra Istituzioni nobili della città. Insieme abbiamo inteso offrire ai perugini ed ai visitatori un qualcosa di nuovo che potesse riunire sotto un’unica egida alcune bellezze, messe a sistema in maniera tematica, che contraddistinguono la nostra città e di cui, troppo spesso, si fa fatica ad avere contezza”. Varasano ha ricordato come l’iniziativa, che porterà verso le celebrazioni per i 500 anni della morte del Perugino, è stata costruita rapidamente grazie alla volontà ed alla disponibilità dei soggetti coinvolti. “Il biglietto unico rappresenta, in sostanza, un’opportunità splendida che c’ha fatto capire come, quando c’è concordia, si possono raggiungere risultati importanti in poco tempo con l’obiettivo di valorizzare al meglio le eccellenze di Perugia”.

Tecnicamente il progetto intende creare un percorso diffuso che, dal Colle del Sole alle porte del Colle Landone (l’attuale piazza della Repubblica), consentirà al visitatore di entrare in contatto con alcuni dei luoghi e delle opere più rappresentativi del Rinascimento perugino, approfondendo così il contesto in cui visse e operò Pietro Vannucci. Il biglietto unico è nominativo, ha una validità di tre giorni dall’emissione e comprende la cappella di San Severo, dove è conservata l’unica opera di Raffaello rimasta in città completata dopo la morte dell’artista dal suo ormai anziano maestro Perugino.

Il museo del Capitolo della Cattedrale di San Lorenzo dove, tra le altre opere, spicca la straordinaria pala di Sant’Onofrio di Luca Signorelli, il nobile Collegio della Mercanzia con le sue preziose e rare decorazioni lignee tre-quattrocentesche, il nobile Collegio del Cambio con il ciclo di affreschi capolavoro di Perugino completato nel 1500 e “firmato” con il suo celebre autoritratto e infine il museo di palazzo Baldeschi al Corso, nella cui prestigiosa collezione brilla la tardo quattrocentesca Madonna con il Bambino e due cherubini del Perugino.

Il biglietto unico è acquistabile a partire dal 12 aprile 2022 presso le biglietterie di tutti e cinque i musei (anche on line per i musei che consentono questa forma di acquisto) ed è pensato per favorire una fruizione autonoma degli stessi, in un percorso che sarà lo stesso visitatore a costruire, grazie anche alle informazioni di approfondimento accessibili tramite la scansione di QR code. L’iniziativa, organizzata di concerto tra i proprietari e i gestori dei musei, con il patrocinio del Comune di Perugia e dell’Arcidiocesi di Perugia e Città della Pieve, rappresenta un’ulteriore occasione di conoscenza e valorizzazione del grande patrimonio culturale della città e un omaggio a uno dei suoi più illustri cittadini, Pietro Perugino, in attesa delle celebrazioni del cinquecentenario dalla morte nel 2023.

S. Ecc. Mons. Marco Salvi Vescovo Ausiliare di Perugia-Città della Pieve e delegato dal Card. Gualtiero Bassetti per le celebrazioni dei cinquecento anni della morte di Pietro Perugino, ha espresso grande apprezzamento per il biglietto unico “Aspettando Perugino. Il Rinascimento a Perugia”, poiché “costituisce un segnale di unione e di condivisione importante per l'offerta culturale e turistica della città a cui l'Arcidiocesi tiene particolarmente. Fare rete e condividere progettualità è uno degli obiettivi fondamentali che dobbiamo perseguire per creare un’offerta culturale stabile, che possa andare anche oltre il 2023: questa prima occasione, frutto di sinergie significative tra enti ed istituzioni, è un’occasione di cui dobbiamo fare tesoro”.

Un plauso all’iniziativa è stato espresso anche da Giuseppe Severini rettore del collegio della Mercanzia, Vincenzo Ansidei di Catrano rettore del collegio del Cambio e da Luca Galletti presidente della fondazione CariPerugia Arte, perché consentirà di valorizzare ulteriormente il Perugino, elemento di spicco della città con potenzialità straordinarie dal punto di vista turistico. L’adesione dei tre musei è stata quindi immediata per mettere a disposizione dei cittadini e dei turisti una formidabile raccolta di opere di grandi artisti relativa ad un periodo storico particolarmente felice per la città. C’è quindi soddisfazione per il risultato raggiunto ed un auspicio che questo sia solo il primo passo verso una collaborazione costante nel tempo.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite WhatsApp, Facebook Twitter e Telegram di Vivere Perugia .
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waViverePerugia oppure aggiungere il numero 388 1523781 alla propria rubrica e inviare un messaggio con scritto "Notizie ON".
Per Telegram cerca il canale @vivereperugia o Clicca QUI.
Per Facebook Clicca QUI per trovare la pagina.
Per Twitter Clicca QUI per seguire il profilo.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2022 alle 22:38 sul giornale del 12 aprile 2022 - 117 letture