Calcio, buona prova del Grifo a Frosinone, pareggia 0-0 e manca alcune ottime occasioni

3' di lettura 11/09/2021 - Buon Pareggio del Perugia allo stadio "Stirpe" di Frosinone, contra i ciociari dell'ex illustre, Fabio Grosso. Peccato per le occasioni sbagliate in avanti, debutto per due dei nuovi arrivati: Segre e Matos, infortunio muscolare per Dell'Orco.

Si rialza il Grifone dopo la batosta interna, di due settimane fa, con l'Ascoli. Prende un buon punto in terra frusinate ma potevano essere tre, con un po' più di cinismo lì davanti. Clamoroso il non gol di Murano, poco dopo l'inizio, che si fa' respingere il tiro da Ravaglia, il quale si ripete su Lisi poco dopo. Da segnalare la presenza dal primo minuto, e quindi il debutto in maglia biancorossa, di Segre. Poi comincia a venir fuori il Frosinone, due i tiri che vale la pena di segnalare: uno di Ciano e un altro di Garritano, ma Chichizola non si fa sorprendere. I frusinati ora comandano il gioco, ma il Perugia é sempre attento ad approfittare di qualsiasi situazione, al 42esimo del p.t. si infortuna Dell'Orco (infortunio muscolare, speriamo nulla di grave), ed al suo posto entra Sgarbi.

Nella ripresa parte a razzo il Frosinone, con un bel tiro di Canotto che finisce a lato, mentre il Perugia ci prova con un colpo di testa di Sgarbi, su corner di Burrai, ma la zuccata finisce fuori. Poi il Grifo, che con Murano, ancora lui, sbaglia un'ottima occasione calciando al volo fuori di poco, servito magnificamente da Carretta. Il ritmo é intenso, adesso é il momento del Frosinone che va al tiro prima con Rohden (spara altissima la palla), poi sia con Tribuzzi che con Cicerelli, ma i tiri sono deboli.

Al 25 del s. t. fa il suo debutto con i grifoni Matos, entrando al posto di Murano. Il Perugia da l'idea di avere il fiato corto, ma anche i ciociari non corrono poi così tanto, e il pareggio sembra accontentare tutte e due le squadre. Il Perugia torna a casa con un buon punto, e la sicurezza di aver rinforzato la squadra. Se Murano avesse buttato dentro il pallone poco dopo l'inizio, i punti potevano essere tre, e nessuno avrebbe potuto gridare allo scandalo.

FROSINONE: Ravaglia, Gatti, Maiello (14′ st Rohdén), Zampano, Garritano (28′ st Charpentier), Boloca, Zerbin (14′ st Tribuzzi), Szyminski, Canotto (14′ st Cicerelli), Ciano (36′ st Ricci), Cotali. A disp.: De Lucia (GK), Minelli (GK), Gori, Haoudi, Novakovich, Lulic, Casasola. All. Grosso

PERUGIA: Chichizola, Rosi (33′ st Curado), Angella, Segre, Carretta (33′ st Santoro), Burrai, Murano (24′ st Matos), Dell’Orco (42′ pt Sgarbi), Falzerano (24′ st Ferrarini), Kouan, Lisi. A disp.: Fulignati (GK), Righetti, Gyabuaa, Murgia, Ghion, Vanbaleghem, Zanandrea. All. Alvini

ARBITRO: Matteo Gariglio di Pinerolo (Garzelli di Livorno – Fontemurato di Roma 2) IV° ufficiale: Carrione di Castellammare di Stabia – VAR: Doveri di Roma 1 – AVAR: Mastrodonato di Molfetta RETI:

NOTE: giornata calda. 5594 spettatori presenti di cui 173 ospiti. Ammoniti Lisi, Falzerano, Rosi, Carretta, Ciano, Rohdén






Questo è un articolo pubblicato il 11-09-2021 alle 18:50 sul giornale del 13 settembre 2021 - 125 letture

In questo articolo si parla di sport, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ciNA





logoEV
logoEV
logoEV