Sabrina, la figlia di Renato Curi: ho pregato molto per Eriksen

1' di lettura 15/06/2021 - "Per noi é sempre poco piacevole rivivere situazioni del genere" afferma ancora Sabrina Curi. "Ci si immedesima subito, aggiunge, nel dolore della persona e dei propri familiari. Salvato o non salvato.

"Siamo felicissimi che Eriksen stia meglio. Ho pregato molto per lui": a dirlo è Sabrina Curi, figlia di Renato morto per un malore improvviso il 30 ottobre del 1977 sul campo dello stadio di Perugia che ora porta il suo nome. Il ricordo non può che andare a quel giorno.

Ai soccorsi che per Renato Curi furono immediati ma inutili. "Sono passati 44 anni, dice ancora ancora la figlia, non può che farci felici che che oggi ci siano dei 'sistemi e la tecnoòogia' per ridurre queste tragedie. Anche se il dolore per la morte di papà rimane intatto".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-06-2021 alle 13:13 sul giornale del 16 giugno 2021 - 124 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, comunicato stampa, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b7jS