Loggia segreta, la Procura di Perugia sta ricostruendo i rapporti indicati da Amara

1' di lettura 05/05/2021 - Nei verbali vengono chiamate in causa anche alcune toghe in servizio a Roma. Circostanza che ha portato al coinvolgimento nell'indagine, la procura di Perugia e l'ufficio guidato da Raffaele Cantone competente a occuparsi delle indagini che riguardano i magistrati della capitale.

E' impegnata nella ricostruzione dei rapporti tra le varie persone indicate nei verbali dell'avvocato Piero Amara, la procura di Perugia titolare di uno dei tronconi d'inchiesta relativi alla presunta loggia segreta Ungheria.

I documenti sono stati trasmessi ai magistrati del capoluogo umbro da quelli di Milano. A Perugia l'indagine è in corso nel massimo riserbo. Il reato ipotizzato nel fascicolo sembrerebbe quello di associazione segreta, ma l'indagine sembra puntare anzitutto sul trovare riscontri o smentite ai presunti rapporti tra i personaggi indicati da Amara.

A coordinare gli accertamenti, oltre al procuratore capo, ci sarebbero anche i sostituti Gemma Miliani e Mario Formisano. Gli stessi che hanno già condotto l'inchiesta a carico dell'ex consigliere del Csm Luca Palamara e hanno firmato l'avviso di conclusione indagini per concorso in millantato credito nei confronti di Amara e altri due indagati.






Questo è un articolo pubblicato il 05-05-2021 alle 10:37 sul giornale del 06 maggio 2021 - 244 letture

In questo articolo si parla di cronaca, umbria, articolo, Danilo Bazzucchi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b1Ju





logoEV