SEI IN > VIVERE PERUGIA > CULTURA
comunicato stampa

Città della Pieve: Vittorio Sgarbi inaugura 'Spazio Kossuth'

3' di lettura
365

Spazio Kossuth Città della Pieve

Dopo 30 anni di chiusura, le rimesse dello storico Palazzo Vescovile di Città della Pieve tornano in vita completamente restaurate e diventano sede del nuovo Spazio Kossuth, quale omaggio alla poliedrica personalità del maestro Wolfgang Alexander Kossuth e alla città da lui scelta come luogo di ispirazione e di produzione artistica, città dove oggi riposa.

Nella principale via Vannucci, accanto all’oratorio che ospita il famoso affresco l’Adorazione dei Magi del Perugino, nasce uno spazio dedicato all’arte contemporanea, ricavato al piano terreno del Palazzo Vescovile (1780). Lo Spazio ha aperto per la prima volta al pubblico sabato 30 maggio, con l’antologica “Kossuth 1981 - 2009”, visitabile fino al 31 ottobre 2015. Tanti i visitatori che hanno affollato lo Spazio nei primi giorni di apertura.
A presiedere l’evento di inaugurazione è stato il critico d’arte Vittorio Sgarbi, estimatore da sempre del maestro: “Oggi - ha sottolineato Sgarbi - celebriamo a Città della Pieve la Festa della Bellezza. Kossuth, con l’integrità delle sue opere, ha saputo restituire alla rappresentazione del corpo maschile e femminile il giusto ruolo e quella purezza vibrante propria dell’arte classica, a cui si è ispirato fortemente. La scultura di Kossuth fa continuo riferimento all’astrazione della materia, in particolare della terracotta e del bronzo, alludendo alla purezza assoluta dell’idea che si fa forma. Tutta la scultura greca, romanica, rinascimentale puntava sul colore, sulla policromia. Il tempo in molti casi ha eliminato il colore, come nelle sculture antiche. Kossuth parte già acromatico, creando una perfezione senza colore. Questo museo consacra la resurrezione dell’arte di Kossuth, perché la sua vita e la sua anima vivono nelle sue opere. Da oggi in Umbria abbiamo due luoghi che celebrano al meglio il contemporaneo: Città di Castello con Burri e Città della Pieve con Kossuth. Entrambi i maestri hanno saputo resistere e combattere la propria idea di arte”.
Il restauro delle rimesse del Palazzo Vescovile e la creazione dello Spazio Kossuth sono stati fortemente voluti dell’Associazione Ankamò, promotrice dell’operazione, in collaborazione con il Comune di Città della Pieve e l'Arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve, nella persona dell’arcivescovo cardinale Gualtiero Bassetti.
Lo Spazio Kossuth è inserito nell'itinerario di visita del Circuito Museale di Città della Pieve, a completamento dei due gruppi in resina già esposti presso la Chiesa di Santa Maria dei Servi, "La Maddalena sotto la croce" e "La Pietà", due capolavori che fondono insieme bellezza ed emozione.
Coordinate di mostra
Durata:
30 maggio - 31 ottobre 2015
Orari di apertura:
giugno e settembre, sabato e domenica 10-13.30/14.30-18;
luglio e agosto tutti i giorni 10.30-13.30/15-19;
ottobre visitabile nel circuito cittadino.
Da giugno ad ottobre tutti i giorni visite guidate comprese nel circuito museale di Città della Pieve. È possibile prenotare l'apertura straordinaria per visite riservate.
Tariffe:
intero 4,00 euro;
ridotto A 3,00 euro (sopra 65 anni, gruppi più di 10 persone);
ridotto B 2,50 euro (sotto 25 anni, studenti scuole d'arte, residenti);
omaggio (sotto 12 anni).
Informazioni al pubblico:
ufficio del turismo 0578 298520;
Associazione Ankamò 347 8708700
Sito web www.kossuth.org





Spazio Kossuth Città della Pieve

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-06-2015 alle 01:46 sul giornale del 05 giugno 2015 - 365 letture