SEI IN > VIVERE PERUGIA > ATTUALITA'
articolo

Perse figlio sulla moto, oggi lotta per salvare giovani vite

2' di lettura
388

incidente Moto

Si sta svolgendo in questi giorni presso l’Istituto Aldo Capitini di Perugia il corso per la sicurezza stradale, rivolto a tutti gli alunni del primo anno. Si prefigge l’insegnamento della cultura e sicurezza stradale per tutti quei ragazzi che si avvicinano per la prima volta ad un motociclo.

Viene posto l’accento sull’importanza delle regole della strada, delle accortezze nella guida, sul ruolo fondamentale di un abbigliamento adeguato che, in caso di incidente, può fare la differenza. E’ tenuto da istruttori federali della Federazione Motociclistica Italiana durante l’orario scolastico grazie alla disponibilità e collaborazione della Dirigenza dell’Istituto Capitini e dall’ entusiasmo con cui è stato accolto dalle famiglie dei ragazzi. Il progetto, tra teoria e prove pratiche, è ideato e finanziato interamente dall’Associazione “Motoincontro Fabio Celaia”.
L’Associazione nasce dall’amore e dalla determinazione del signor Eros Celaia e della sua famiglia che hanno perso un figlio, Fabio, proprio in occasione di un tremendo incidente in moto in corrispondenza di una curva troppo pericolosa. Per questo il signor Celaia, ancora oggi motociclista, ha deciso di sensibilizzare i giovani ad una cultura della moto che preservi l’amore per questo affascinante mezzo ma anche la sicurezza di chi cavalca le due ruote. Allo scopo l’Associazione “Motoincontro Fabio Celaia” dal 2011, anno della morte di Fabio, organizza anche nell’ultima domenica di agosto un Motoincontro con partenza da Brufa, ove risiede la famiglia, verso le colline umbre e termina con un pranzo in allegria. Il Motoincontro vuole accogliere chiunque a bordo di un motociclo, sia esso moto, vespa o motorino, ed ogni anno il ricavato di questo evento, così come ogni altro provente dell”Associazione, viene destinato a perseguire risultati concreti.
L’Associazione è già riuscita a provvedere a sue spese a mettere in sicurezza una curva a Brufa, a svolgere per l’anno 2014-2015 il corso per la sicurezza stradale ed ambisce a rendere sicura anche la curva dove Fabio ha terminato la sua corsa, in provincia di Terni. L’Associazione intende continuare il suo cammino all’insegna della cultura stradale, della solidarietà e dell’amore che è insieme coraggio.
Il signor Eros Celaia, che spende gran parte del tempo libero in questo progetto, è certo che con idee semplici e piccoli aiuti delle persone si possa fare molto ed i risultati gli stanno dando ragione. L’Associazione “Motoincontro Fabio Celaia” aspetta tutti l’ultima domenica di agosto del 2015 nel nome di Fabio e della sicurezza stradale.


incidente Moto

Questo è un articolo pubblicato il 02-02-2015 alle 02:10 sul giornale del 02 febbraio 2015 - 388 letture