Botte alle squillo con le mazze da baseball, arrestati due albanesi ad Ancona

Prostituzione 1' di lettura 18/05/2012 - Botte alle prostitute nel perugino. Arrestati ad Ancona due dei tre albanesi responsabili. Rintracciati grazie ai Carabinieri.

Erano sulle loro traccie da tempo, ma é ad Ancona che due dei tre malviventi sono stati rintracciati ed arrestati. I tre, di cui uno ancora in libertà, avevano picchiato, nell'ottobre scorso, in modo brutale alcune prostitute a Perugia. Si tratta di un 28enne, un 33enne e un 34enne tutti di origini albanesi.

Ad intervenire sul posto all'epoca i Carabinieri di Corciano dopo la segnalazione di una delle squillo che denunciava la violenza. Ma i tre non si erano fermati lo stesso era accaduto al altre due prostitute. Stando alle testimonianze delle donne i tre sarebbero stati i protettori di altre ragazze, dunque una questione di rivalità sulla piazza dove svolgere il proprio mestiere. Dapprima solo minacce, ma poi vere e proprie botte inferte con mazze da baseball.

Una violenza inaudita su queste donne. Fortunatamente venerdì almeno due autori dei fatti sono stati arrestati. Questo anche grazie al coraggio delle prostitute di denunciare la brutta avventura che avrebbe potuto aver risoltio ben peggiori. Ora si cerca l'altro complice del reato, mentre i due arrestati dovranno rispondere di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, nonché lesioni aggravate ed estorsione.






Questo è un articolo pubblicato il 18-05-2012 alle 17:03 sul giornale del 19 maggio 2012 - 1155 letture

In questo articolo si parla di cronaca, prostituzione, ancona, perugia, laura rotoloni





logoEV
logoEV
logoEV