Il PostMod è tra i 70 selezionati per l'European Cinema Night, venerdì la proiezione di "Styx" nella sala virtuale

cinema 3' di lettura 19/11/2020 - Venerdì 20 novembre oltre 70 cinema altrettante città europee si uniranno "virtualmente" per la terza edizione dell’European Cinema Night, iniziativa che celebra la ricchezza della cultura cinematografica europea e che in questa edizione si svolgerà in buona parte online per le problematiche legate alla pandemia.

Anche Perugia è nell'elenco delle sale coinvolte grazie alla partecipazione del PostModernissimo, cinema scelto e invitato a partecipare dagli organizzatori, i responsabili del Programma MEDIA di Europa Creativa della Commissione Europea. In Italia solo altre tre sale, il Cinema Mexico di Milano, il Lumière di Bologna e il Cinema Farnese di Roma.

L'evento inizierà alle 19.45 con la presentazione dell’evento in diretta via Facebook. Poi alle 20.00 proiezione ad ingresso gratuito nella sala virtuale del PostMod del film Styx.

L'opera di Wolfgang Fischer è stata premiato alla Berlinale, oltre ad aver vinto il Label di Europa Cinemas e aver raggiunto la finale del Premio Lux. Ma non solo, perché Styx è stato candidato sia agli Oscar che agli EFA (European Film Award). Un film, inoltre, che ha il sostegno di Amnesty International che ne ha riconosciuto il valore politico e sociale. Dopo la proiezione, alle 21.35, è previsto l'incontro tra il pubblico e il distributore del film Paolo Minuto, in diretta Facebook.

Un'iniziativa che punta a raggiungere oltre 10.000 persone, scegliendo di affidarsi alle piattaforme di streaming online nei Paesi dove i cinema sono chiusi. Le aspettative sono alte anche per i gestori della multisala perugina, che lo scorso 8 novembre hanno riaperto virtualmente il cinema in occasione dell’European Arthouse Cinema Day, la Giornata Europea dei Cinema d’Essai organizzata dalla CICAE - Art Cinema. In quel caso sono state trasmesse circa 17 ore di streaming con corti e medio metraggi, intervallati da incontri con gli autori; un’iniziativa andata decisamente bene, con centinaia di visualizzazioni e una sentita partecipazione del pubblico. Durante l’evento di venerdì invece, ogni sala che partecipa all’European Cinema Night proietterà un film scelto dall’elenco di 45 pellicole supportate dal programma europeo MEDIA, che sostiene la diversità culturale del paesaggio audiovisivo del continente. Oltre alle proiezioni, gli appassionati di cinema avranno l’opportunità di incontrare cineasti, critici cinematografici e rappresentanti delle istituzioni europee durante i vari dibattiti organizzati a margine. L'evento, promosso dal Programma MEDIA di Europa Creativa della Commissione Europea, è organizzato in collaborazione con il network Europa Cinemas.

STYX di Wolfgang Fischer

Una dottoressa decide di prendersi una pausa dal lavoro e di salpare in solitaria sulla sua barca a vela da Gibilterra verso un’isola incontaminata nell’Oceano Pacifico. Il suo viaggio sembra scorrere serenamente finché, dopo una brutta tempesta, si imbatte in un peschereccio arenato pieno di profughi africani in grave difficoltà. Alcuni di loro provano a raggiungerla, ma solo un giovane ragazzo ce la fa. Insieme cercano di chiamare i soccorsi che tardano ad arrivare, mentre la situazione si fa sempre più drammatica. La donna si troverà quindi ad un bivio: provare ad aiutare gli uomini e le donne bloccati sull’imbarcazione oppure farsi da parte ed aspettare aiuti adeguati. L’incontro con la barca alla deriva dei profughi fa scattare un meccanismo narrativo in cui entrano in conflitto umanità, sopravvivenza, giustizia e solidarietà. E se in una situazione di soccorso organizzato queste tematiche emergono comunque inevitabilmente, lo fanno con più potenza se ad essere coinvolta è la coscienza di un solo individuo. La solitudine elimina qualsiasi elemento estraneo a questioni strettamente umane e pone la problematica del soccorso in mare in una prospettiva nuova, originale dal punto di vista cinematografico. Non c’è pietismo nel racconto, non ci sono sovrastrutture nella costruzione del personaggio della protagonista: è una donna che si pone delle domande legittime sulla possibilità di un solo individuo di intervenire in uno stato di crisi di altre persone e che non riesce a trovare risposte da altri se non da se stessa.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-11-2020 alle 13:17 sul giornale del 20 novembre 2020 - 185 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, perugia, comune di perugia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bCDb





logoEV
logoEV