Capitale europea giovani 2017, Perugia battuta dalla bulgara Varna

Fontana maggiore Perugia 24/11/2014 - Perugia non ce la fa a diventare Capitale europea dei giovani 2017. La nomina è andata alla città bulgara di Varna, premiata a Cluj Napoca in Romania. Le altre finaliste erano Cascais (Portogallo) e Galway (Irlanda). Per Perugia si tratta della seconda mancata vittoria dopo la candidatura a Capitale europea della cultura 2019.

Varna è stata premiata per il progetto di "innovazione sociale" che vuole fare della cittadina sul Mar Nero una specie di 'hub sociale' per i giovani puntando molto sull'imprenditorialità giovanile come strumento per aumentare la partecipazione dei giovani alla vita pubblica, creare nuovi posti di lavoro sostenibili, e incentivare l'educazione, la creatività e le relazioni sociali. "Si tratta di una fantastica opportunità per mostrare la nostra volontà di innovare. L'aver vinto questa nomina costituisce un nuovo orizzonte per i nostri giovani", ha detto Maya Doneva, membro del comitato promotore di Varna.
Perugia era una delle quattro finaliste con un progetto basato su quattro aree tematiche: multiculturalismo ed arte, lavoro imprenditorialità e creatività, educazione e volontariato, partecipazione e giustizia generazionale. Il progetto finalista è stato frutto del lavoro del Forum Regionale Giovani Umbria con la partecipazione di decine di 96 associazioni locali e la sponsorizzazione e l'assistenza tecnica del Comune di Perugia e della Regione Umbria. "Rigenerare la gioventù è il nostro slogan, vogliamo dare un'immagine di una città dinamica che vive insieme ai giovani", aveva detto Gabriele Biccini del Forum Regionale Giovani Umbria, nel corso di una recente presentazione del progetto a Bruxelles.
Mentre Peter Matjašič, presidente dell'European Youth Forum, si congratula con la città vincitrice, il sindaco di Perugia, Andrea Romizi, avanza l'ipotesi di concorrere nuovamente al titolo di Capitale europea dei giovani per il 2018. La Capitale europea dei giovani è una nomina attribuita dall'European Youth Forum, il più grande network di associazioni giovanili europee ed internazionali, che premia ogni anno quanto fatto e quanto messo in programma da una città europea per quanto riguarda le politiche giovanili locali. L'iniziativa vuole al tempo stesso incentivare le amministrazioni comunali premiate a mettere in atto nell'anno in questione tutta una serie di eventi ed iniziative che incoraggino l'inclusione dei giovani nella propria vita sociale, economica e politica.
L'iniziativa è sponsorizzata dal Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d'Europa. (ANSA)




Questo è un articolo pubblicato il 24-11-2014 alle 03:33 sul giornale del 24 novembre 2014 - 321 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, perugia, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/abXl